TIM People for Good: Premiato Bot-Tom che mette l’intelligenza artificiale al servizio dei bambini con paralisi cerebrale

TIM People for Good: Premiato Bot-Tom che mette l’intelligenza artificiale al servizio dei bambini con paralisi cerebrale

Intelligenza artificiale al servizio dei bambini con paralisi cerebrale. È il focus di Bot-Tom, il progetto vincitore dell’edizione 2019 di TimPeople for Good, l’iniziativa di Fondazione Tim finalizzata a dare spazio all’impegno delle persone del Gruppo Tim nel campo del sociale e alle loro esperienze di solidarietà. Il premio del valore di 100mila euro è stato consegnato a Roma dal Presidente Tim Fulvio Conti.

Nato da un’idea dell’Associazione FightTheStroke, punta ad agevolare la comunicazione tra le famiglie di bambini malati e il personale medico del Centro Stroke dell’Ospedale Gaslini di Genova. Si basa su un sistema di AI, ad oggi unico in Italia, e permette di ridurre i tempi di risposta in caso di prima visita, di anticipare quelli della diagnosi e di migliorare l’interazione con il paziente.

Ansa: Il mondo delle Community Facebook oggi a Roma "Social Street" e "Fight the Stroke": per il buon vicinato a contro l'ictus prenatale

Ansa: Il mondo delle Community Facebook oggi a Roma "Social Street" e "Fight the Stroke": per il buon vicinato a contro l'ictus prenatale

D.it / Donne e community: l’importanza delle leader per fare Rete

D.it / Donne e community: l’importanza delle leader per fare Rete

La storia: fare squadra contro la malattia

Da una questione difficile e delicata è nato inveceFightthestroke. A fondarlo è stata Francesca Fedeli, lei e il marito stavano cercando informazioni dopo la diagnosi di ictus del figlio. Il gruppo tratta argomenti relativi a: ictus neonatale, perinatale, pediatrico, giovanile; emiplegia, emiparesi, diplegia, diparesi, tetraplegia, tetraparesi; paralisi cerebrale infantile. È una comunità nata dunque intorno auna logica di mutuo-aiuto e condivisione delle informazioni tra persone che vivono la stessa esperienza di malattia e che non sono operatori sanitari. “La soddisfazione più grande è aver iniziato, in questo modo, a raccogliere dati su una patologia quasi sconosciuta”, racconta Fedeli. Grazie al gruppo, gli iscritti sono riusciti a creare un “centro stroke” in Italia, al Gaslini di Genova. La community leader, per il gruppo che ha creato e che gestisce, è entrata nel circuito delle conferenze Ted. Racconta anche che gli iscritti al suo gruppo la percepiscono come un po’ dittatoriale. “Ci sono alcune cose su cui non c’è tolleranza, come le fake news, pericolosissime per chi vive una malattia. Allo stesso, descrivono il gruppo come una casa in cui si trova sempre il camino accesso, un posto dove puoi trovare informazioni che ti re-indirizzano sulla strada giusta”, commenta Fedeli. “Aiutare gli altri è la parte più motivante. Io ci sono passata, so cosa significa non avere una rete di salvataggio”.

I risultati del progetto Mirrorable su Striscia La Notizia

I risultati del progetto Mirrorable su Striscia La Notizia

Grazie a Cristina Gabetti e alla rubrica ‘Occhio al futuro’ di Striscia la notizia, puntata del 23/2/2019, i risultati dei progetti Mirrorable online e Mirrorable Camp sostenuti da Fondazione Vodafone – OSO prendono vita in questo servizio che ha raggiunto milioni di famiglie in Italia. Ancora un passo avanti nella ricerca e nella disemminazione, dalla parte dei giovani bambini sopravvissuti all’Ictus e con una diagnosi di Paralisi Cerebrale Infantile.

Mirrorable at the award ceremony at United Nations in Vienna #ZeroCon19

Mirrorable at the award ceremony at United Nations in Vienna #ZeroCon19

Fightthestroke has been selected among 65 practices and 11 policies from around the world that help persons with disabilities on the Zero Project Award 2019, celebrating this year the topic of Independent Living and Political Participation. Project Mirrorable indeed has been awarded as a unique platform that improves the Motor Function in Young People with Cerebral Palsy. Look at the Award ceremony held at United Nations Vienna here on ZeroProject Facebook Page

Fightthestroke representing Italy with project Mirrorable among the #Zeroawardess 2019

Fightthestroke representing Italy with project Mirrorable among the #Zeroawardess 2019

Fightthestroke has been selected among 65 practices and 11 policies from around the world that help persons with disabilities on the Zero Project Award 2019, celebrating this year the topic of Independent Living and Political Participation. Project Mirrorable indeed has been awarded as a unique platform that improves the Motor Function in Young People with Cerebral Palsy.

Xbox Adaptive Controller, videogiocare senza barriere (Tom's Hardware)

Xbox Adaptive Controller, videogiocare senza barriere (Tom's Hardware)

Siamo stati alla Microsoft House per un evento dedicato e organizzato in collaborazione con l'associazione "Fight The Stroke", fondata da Francesca Fedeli e Roberto D'Angelo che si occupa di assistere le famiglie i cui figli sono stati colpiti da ictus, educando alla consapevolezza che i bambini possano esser colpiti dalla malattia ma soprattutto ispirando le nuove generazioni a favorire la ricerca e adottare terapie "disruptive".

Gaming for Everyone: quando la tecnologia guarda all’accessibilità

Gaming for Everyone: quando la tecnologia guarda all’accessibilità

Siamo alla Gaming for Everyone, importante evento dedicato all’accessibilità nei videogiochi organizzato da Microsoft in collaborazione con Fight The Stroke, associazione di promozione sociale che tutela i bisogni e i diritti dei giovani sopravvissuti all’ictus e delle loro famiglie. 

IL MIRRORABLE HAND TRACKING MIGLIORA CON IL MACHINE LEARNING E VINCE IL MICROSOFT HACKATHON 2018: 2ND WORLDWIDE PLACE ON THE “HACK FOR GOOD EXECUTIVE CHALLENGE"

IL MIRRORABLE HAND TRACKING MIGLIORA CON IL MACHINE LEARNING E VINCE IL MICROSOFT HACKATHON 2018: 2ND WORLDWIDE PLACE ON THE “HACK FOR GOOD EXECUTIVE CHALLENGE"

Grazie ad un team esperto sul Machine Learning all’interno di Microsoft, Fightthestroke ha partecipato al “Microsoft Hackathon 2018” classificandosi al secondo posto mondiale nella categoria “Hack for Good Executive Challenge”. Un super ringraziamento al team che ha contribuito a questo nuovo successo, per migliorare la vita e l’indipendenza dei giovani sopravvissuti all’Ictus: Alessandro Bigi, Antonio Maggio, Elena Terenzi, Jessica Tibaldi, Matteo Pagani, Ricardo Wagner, Roberto D’Angelo e Ricardo Wagner.

MIRRORABLE, una nueva terapia de rehabilitación para niños con lesiones cerebrales

MIRRORABLE, una nueva terapia de rehabilitación para niños con lesiones cerebrales

Mirrorable es una plataforma interactiva que permite un nuevo modelo de rehabilitación en el hogar, especialmente diseñado para satisfacer las necesidades de los niños que han sufrido daño cerebral en una etapa muy temprana de sus vidas.