IL MIRRORABLE HAND TRACKING MIGLIORA CON IL MACHINE LEARNING E VINCE IL MICROSOFT HACKATHON 2018: 2ND WORLDWIDE PLACE ON THE “HACK FOR GOOD EXECUTIVE CHALLENGE"

 Il Team Microsoft che ha partecipato all’Hackathon2018 (da sinistra): Alessandro Bigi, Veziona Ekonomi, Roberto D’Angelo (FightTheStroke co-founder), Jessica Tibaldi, Antonio Maggio, Matteo Pagani. Più, non nella foto: Elena Terenzi e Ricardo Wagner.

Il Team Microsoft che ha partecipato all’Hackathon2018 (da sinistra): Alessandro Bigi, Veziona Ekonomi, Roberto D’Angelo (FightTheStroke co-founder), Jessica Tibaldi, Antonio Maggio, Matteo Pagani. Più, non nella foto: Elena Terenzi e Ricardo Wagner.

IL MIRRORABLE HAND TRACKING MIGLIORA CON IL MACHINE LEARNING E VINCE IL MICROSOFT HACKATHON 2018

2nd Worldwide place on the “Hack for Good Executive Challenge”

Mirrorable è una piattaforma di teleriabilitazione che consente a pazienti con difficoltà motorie di recuperare le proprie abilità in maniera ecologica e divertente, grazie all’attivazione dei neuroni specchio.

Sviluppata dal 2016 in collaborazione con il gruppo del CNR Neuroscienze dell’Università di Parma e il Prof. Giacomo Rizzolatti, la piattaforma Mirrorable è stata validata in uno studio sperimentale che ha consentito di misurare in ambiente domestico il miglioramento delle performance motorie, di empatia e di compliance su 20 bambini italiani, dal Canton Ticino alla Sicilia.

Da allora Mirrorable ne ha fatta di strada e per consentire un utilizzo più ampio possibile, senza barriere geografiche, di lingua o di abilità, Fightthestroke ha sviluppato in fase prototipale una nuova versione consumer, accessibile via browser e accessibile da ogni computer domestico: è stato chiave l’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale per classificare i movimenti delle mani e riconoscerli attraverso una normale webcam.

Proprio con e per quest’ultimo progetto, e grazie ad un team esperto sul Machine Learning all’interno di Microsoft, Fightthestroke ha partecipato al “Microsoft Hackathon 2018” classificandosi al secondo posto mondiale nella categoria “Hack for Good Executive Challenge”.

Un ringraziamento al fantastico team che ha contribuito a questo nuovo successo, per migliorare la vita e l’indipendenza dei giovani sopravvissuti all’Ictus: Alessandro Bigi, Antonio Maggio, Elena Terenzi, Jessica Tibaldi, Matteo Pagani, Ricardo Wagner, Roberto D’Angelo e Ricardo Wagner.

Trovate qui un approfondimento sulle iniziative per l’accessibilità in collaborazione con Microsoft: https://www.punto-informatico.it/the-ability-hacks/ 

Milano, 21/9/2018